Tritatutto o frullatore, differenze e struttura

Pur essendo due macchine che spesso hanno al stessa funzione, e pur avendo una struttura e un design che li rende simili, in realtà tritatutto e frullatore presentano una serie di sostanziali differenze tecniche e pratiche.

Di base il tritatutto presenta innanzitutto una struttura molto più compatta e un contenitore meno capiente, caratteristica che non è necessariamente un difetto. Infatti le dimensioni contenute permettono di fare sminuzzamenti di fino che con il frullatore non sarebbero possibili allo stesso modo. Inoltre nel tritatutto le lame sono lunghe e parallele, mentre il frullatore presenta lame più corte. Quindi mentre con il tritatutto non è possibile realizzare bevande come frullati, smoothies o frappè, con il frullatore ovviamente è impensabile andare a sminuzzare verdure dure, chicchi di caffè o bucce di formaggio.

Diciamo che la struttura di un tritatutto ha in genere delle dimensioni contenute rispetto ad un frullatore o a un robot da cucina.

Un qualsiasi tritatutto di base è composto da un motore e da un contenitore di forma cilindrica la cui capienza può variare a seconda del modello che abbiamo scelto, inoltre il contenitore può essere in vetro o plastica. In commercio troviamo disponibili una serie di modelli verticali, in cui il motore si trova generalmente sopra la ciotola, e modelli orizzontali in cui il motore viene posto lateralmente. Quest’ultima tipologia di tritatutto anche se occupa più spazio è in realtà quella col minor dispendio energetico visto che, a parità di prestazioni, consuma molto meno.

L’operazione di sminuzzamento che viene fatta da lame che sono lunghe e parallele, questo per riuscire a processare velocemente anche gli ingredienti più solidi. Non va sottovalutato il numero delle lame, che possono andare da 2 a 6 a seconda dell’uso che se ne vuole fare. Naturalmente nel momento in cui il numero sarà maggiore, minore sarà il tempo impiegato dal tritatutto per fare il suo lavoro. Le lame in alcuni modelli possono essere sostituite da un disco emulsionante, che entra in gioco quando dobbiamo preparare una salsa, che quindi richiede un procedimento di emulsione come ad esempio la maionese o la panna montata. Se volete scegliere un modello ottimale di tritatutto vi consiglio di visitare il sito Tritatuttomigliore.it.